Home / Svizzera nuova “terra promessa”, la GMA pronta ad investire

GMA investe in Svizzera. Il progetto di ampliamento della produzione di piattaforme inerziali fuori dall’Italia punta ad accaparrarsi nuove fette di mercato. L’annuncio nel corso dell’incontro che si è svolto il 16 aprile 2015 nella sala congressi aziendale col Console svizzero Philippe Praz, direttore dello Swiss Business Hub Italia. Un’occasione di confronto anche per tanti altri imprenditori campani sull’opportunità di investire in Svizzera. Le ragioni sono molteplici. È un paese che investe molto in ricerca, conta su una fiscalità semplice e trasparente, su una moderata imposizione fiscale, su un mercato del lavoro flessibile. Poi, ha infrastrutture all’avanguardia e un’ottima qualità della vita. Gli interventi, moderati da Stefano Ducceschi, della Fondazione Odcec, sono stati arricchiti dalla testimonianza di chi ha già investito oltre confine, come Domenico Menniti, vicepresidente all’Internazionalizzazione dell’Unione industriale di Napoli. La Svizzera occupa i primi posti a livello mondiale in termini di competitività, innovazione e in particolare nell’efficienza amministrativa a supporto delle imprese. Argomenti che toccano molto gli imprenditori campani che, invece, fanno impresa con un carico notevole di disagi ed emergenze. Dal degrado all’insicurezza, fino alle carenze infrastrutturali. “Stiamo cercando di allargare i nostri orizzonti in tanti modi, crediamo molto nell’internazionalizzazione e ci stiamo muovendo da tempo in questa direzione – dice il presidente di Gma, Angelo Punzi- Ma questa azione rivolta a cogliere le opportunità, si svolge senza perdere di vista il territorio in cui operiamo. La zona Asi sta facendo grandi passi in avanti grazie alla nostra battaglia per la riqualificazione del territorio”. Hanno fatto una panoramica dei vantaggi offerti dalla legislazione svizzera due esperti: Massimo Calderan, in materia di diritto del lavoro; e Louis Macchi, sul sistema fiscale.
Ma cosa produrrà Gma in Svizzera? “Abbiamo presentato un piano di investimento sul territorio svizzero per un’unità di sviluppo e produzione di piattaforme inerziali. Si tratta di un investimento iniziale di un milione e mezzo di euro”, dice Giovanni Lucignano, responsabile marketing Gma.